Come risparmiare in casa

La casa è il nostro piccolo rifugio, quel luogo che abbiamo curato in ogni minimo dettaglio per renderlo semplicemente perfetto per il nostro rilassamento e che ci accoglie a braccia aperte alla sera quando torniamo stanchi dopo un’intensa giornata di lavoro. È bello cucinare per le persone che amiamo, è bello lasciarsi andare ad una piacevole serata davanti alla televisione, leggere qualche pagina prima di addormentarci e svegliarci al mattino con il profumo del caffè che invade tutta la casa ed è semplicemente meraviglioso avere a disposizione tutto il week end per riposare in questo nostro piccolo rifugio lontano dagli occhi indiscreti del mondo.

Ma già con questi piccoli esempi di attività che ogni giorno compiamo nella nostra abitazione non riuscite a rendervi conto di quanto consumiamo? Consumiamo ogni giorno infatti una quantità impressionante di energia elettrica, di gas e di acqua, un consumo che comporta ovviamente a fine mese delle bollette molto salate senza considerare poi l’impatto ambientale visto che ognuna di queste attività comporta inquinamento ed emissione di anidride carbonica e di altre sostanze nocive nell’aria che respiriamo.

La soluzione ideale sarebbe ovviamente quella delle energie rinnovabili. Scegliere infatti di sfruttare l’energia del sole e del vento oppure il calore della terra ci permetterebbe di ottenere un risparmio energetico davvero eccezionale e di provvedere al fabbisogno della nostra abitazione con un impatto ambientale sostanzialmente pari allo zero. Come risparmiare in casa quando però non possiamo proprio affidarci alle energie rinnovabili? Ci sono ovviamente delle piccole buone azioni quotidiane che possiamo comunque cercare di mettere in atto per riuscire ad ottenere un risparmio.

Risparmiare sull’energia elettrica
L’energia elettrica è senza dubbio l’energia che consumiamo di più basti pensare infatti che in casa c’è sempre almeno una luce accesa e c’è sempre in funzione un computer, una televisione, una radio per non parlare poi di tutti i nostri elettrodomestici come il frigorifero, la lavatrice oppure la lavastoviglie.

Per risparmiare sull’energia elettrica dobbiamo sempre cercare di utilizzare delle lampadine a risparmio energetico di ottima qualità ovviamente  come ad esempio le meravigliose luci a led che inoltre hanno una vita molto più lunga di ogni altra tipologia di lampadina e dobbiamo sempre ricordarci di utilizzare gli elettrodomestici più potenti solo nelle ore in cui l’energia elettrica ha un costo minore ossia nella fascia oraria che va dalle 19.00 alle 08.00 ricordando che dopo la mezzanotte l’energia cala ulteriormente di prezzo. È molto importante anche acquistare sempre elettrodomestici a risparmio energetico preferibilmente della classe superiore A++.

Risparmiare sul condizionamento degli ambienti
Quando le temperature si alzano è importante tenere freschi i nostri ambienti interni in modo da poter trovare un po’ di refrigerio ma questo comporta un grande dispendio di energia elettrica senza dimenticare poi che i condizionatori comportano delle emissioni di anidride carbonica nell’aria davvero intense.

Per riuscire a risparmiare è importante innanzitutto controllare il luogo in cui è stata installata l’unità esterna del condizionatore che deve infatti trovarsi in una zona in ombra in modo da consumare poca energia e ovviamente anche un una zona libera in cui l’aria può circolare senza alcuna difficoltà.

Un ottimo risparmio può poi essere raggiunto regolando la temperatura del condizionatore sui 25 o 27 °C e ricordandoci sempre di utilizzare anche la funzione di deumidificatore che i condizionatori di ultima generazione possiedono perché spesso è l’umidità infatti e non la temperatura a darci fastidio anche se noi non ce ne accordiamo.

Ovviamente anche una pulizia periodica dei filtri del condizionatore e un controllo sul suo funzionamento possono aiutarci a risparmiare davvero molto.

Risparmiare sul riscaldamento
Quando le temperature scendono in casa è necessario accendere il riscaldamento per cercare di ottenere una temperatura ottimale. Un semplice gesto quello di accendere il riscaldamento di casa che comporta però un consumo davvero elevato di gas e bollette davvero molto salate.

Per riuscire a risparmiare sul riscaldamento dovremmo come prima cosa regolare la caldaia di casa su una temperatura di 19° C in modo che consumi poco, controllarla sempre prima dell’arrivo dell’inverno per essere sicuri che non consumi più del dovuto e ricordarsi sempre di spegnerla alla notte mentre dormiamo. Per riuscire ad ottenere un ottimo risparmio energetico dobbiamo sempre anche assicurarci che i termosifoni di casa funzionino tutti in modo corretto e che non vi siano spifferi ed infiltrazioni d’aria che potrebbero disperdere il calore all’esterno. Controllate anche che i termosifoni non siano coperti da tende o da mobili, devono essere infatti del tutto liberi per riuscire a riscaldare davvero l’ambiente.

Questa voce è stata pubblicata in Risparmio energetico. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.