Arredamento etnico: calore e accoglienza

Lo stile di arredamento etnico è ormai diventato da qualche anno uno degli stili di arredamento in assoluto più amati. Viene scelto soprattutto dalle persone più giovani che vogliono una casa al passo con i tempi, una casa funzionale e moderna, ma che non vogliono assolutamente dover sopperire sotto il peso della freddezza che lo stile di arredamento moderno pretende e che vogliono, anzi, riuscire a realizzare una casa ricca di un intenso calore e di un grande senso di accoglienza.

I mobili in legno
Lo stile di arredamento etnico prevede l’utilizzo di mobili realizzati interamente in legno. Si prediligono ovviamente legni di origine asiatica che sono caratterizzati da colori dorati e rossastri e da una grande resistenza. Si tratta, proprio per questo motivo, di mobili che possono essere sfruttati sia negli ambienti interni che negli ambienti esterni e soprattutto di mobili capaci di durare nel tempo e di mantenere inalterata la loro bellezza per sempre.
I mobili in stile etnico sono mobili massicci ed imponenti che fanno notare la loro presenza in una stanza. Sono mobili infatti di grandi dimensioni che inoltre sono solitamente anche decorati con intarsi di varia tipologia, delle vere e proprie opere d’arte che le popolazioni lontane dalla nostra ci offrono.

I mobili in fibre intrecciate
Oltre al legno lo stile di arredamento etnico è caratterizzato anche dall’utilizzo delle fibre intrecciate. Vengono utilizzate infatti fibre derivanti dalle palme, dal banano o dalla canna  di bambù per realizzare molte diverse tipologie di mobili e di sedute. Si  vengono così a creare dei mobili molto più chic ed eleganti ideali soprattutto per realizzare dei piccoli angoli di grande relax.
Anche i mobili di questa tipologia sono la scelta ideale sia per gli ambienti interni che per gli ambiente esterni e sono sempre accompagnanti però da cuscini di grandi dimensioni che li rendono molto più comodi.

L’influenza giapponese
Tra i vari stili etnici che si sono maggiormente diffusi in tutti questi anni dobbiamo sicuramente ricordare lo stile di arredamento giapponese che viene seguito soprattutto per la camera da letto.
Il letto assume delle forme minimali ed essenziali con un struttura pressoché inesistente e bassa al livello del pavimento. Anche tutti gli altri mobili di conseguenza si abbassano diventando di dimensioni davvero ridotte in modo da ottimizzare gli spazio nel miglior modo possibile. Per un’ottimizzazione ancora più eccellente la porta di ingresso nella camera da letto e l’anta del guardaroba vengono scelte a scorrimento.
Si tratta di ambienti davvero molto semplici ideali per coloro che vogliono ritrovare l’armonia ed il contatto con se stessi. Si tratta inoltre anche di ambienti molto naturali in cui vengono utilizzati esclusivamente materiali come il legno o il bambù, materiali cioè naturali al cento per cento ideali per ritrovare l’armonia con l’ambiente in cui dobbiamo vivere.

L’influenza orientale
Se è vero che lo stile di arredamento giapponese offre un grande rilassamento è vero anche che non tutti vogliono un’atmosfera di questa tipologia nelle loro abitazioni. Molte persone amano invece lo scintillio dei colori e il pregio delle stoffe preziose ed ecco allora che per loro è possibile optare per uno stile etnico influenzato da tutto il mondo orientale e turco.
Con questo stile di arredamento ogni ambiente della propria casa si trasforma in un piccolo angolo di paradiso ricco di cuscini morbidi e ideali per il riposo e di molti punti di appoggio per avere sempre tutto a portata di mano ma si trasforma anche in un pezzetto di arcobaleno con colori accesi come l’arancio, il giallo e il viola, candele scintillati, vetri ultra colorati e specchi.
L’influenza orientale dona insomma agli ambientini delle nostre abitazioni una ricchezza impensabile per gli stili di arredamento a cui noi in Occidente siamo abituati, una ricchezza eccellente per sentirsi dei veri e propri principi.

I complementi di arredo
Le case arredate in stile etnico devono essere case ricche di complementi di arredo. Non c’è infatti un solo angolo della casa che debba essere lasciato libero.
Ecco allora che abbondano i cuscini e i tendaggi, le lampade per i comodini e le candele, gli incensi e i vasi e sulle pareti si librano leggeri tessuti arabescati o quadri che rappresentano scene sacre o scene di vita quotidiana delle popolazioni lontane dalla nostra. Un tripudio di colori e di emozioni che rende le nostre case originali e assolutamente meravigliose.

Questa voce è stata pubblicata in Stili di Arredamento. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.